Home » Guide » Recensioni » The Sims 4 Cani & Gatti – Recensione

The Sims 4 Cani & Gatti – Recensione

The Sims 4 Cani & Gatti – Recensione

Si ringrazia Electronic Arts Italia per averci fornito un codice di accesso anticipato.

Crea un Animale

Lo strumento di creazione degli animali, fortemente rinnovato rispetto alla versione di The Sims 3, si configura come un perfetto punto d’incontro tra personalizzazione ed intuitività. La manipolazione diretta dei punti corporei, unita alla presenza di modelli predefiniti, soddisfa sia le esigenze di coloro che vogliono creare il proprio animale in pochi clic, sia quelle dei giocatori che vogliono andare il più a fondo possibile. La possibilità di intervenire direttamente sull’animale ha permesso di eliminare l’ingente quantità di slider che in passato rendeva il processo di creazione piuttosto tedioso.

La colorazione del manto è indubbiamente una delle sezioni che sono state maggiormente approfondite. Qui infatti è presente un pannello che eredita le caratteristiche principali del Crea uno Stile (come la ruota dei colori), a cui si aggiungono strumenti applicativi inediti quali stampi e pennelli. Meritevole di citazione è anche il numero di razze incluse, che già altissimo di per sé, potrebbe essere considerato infinito per merito dell’incrociatore di razze che offre la l’opportunità di generare un meticcio a partire da due cani o gatti qualsiasi. In ultimo si segnala la novità di poter far indossare dei vestiti ai propri amici a quattro zampe.

The Sims 4 Cani & Gatti - Recensione

The Sims 4 Cani & Gatti - Recensione

Nuovi oggetti

Lo stile rustico che contraddistingue la maggior parte degli oggetti inclusi con l’espansione gode del vantaggio di non essere molto marcato, e ciò permette di riutilizzare i mobili in altre configurazioni d’arredamento. A beneficiarne è la caratterizzazione, poiché le scelte stilistiche fatte conciliano con l’ambientazione dello scenario di Brindleton Bay. Tuttavia, ci preme sottolineare come ancora una volta siano stati spacciati come nuovi dei duplicati di modelli di oggetti già esistenti in precedenza, per i quali sono state aggiunte solamente nuove colorazioni. La solita politica, che non troviamo molto onesta, fu adottata anche in Vita in Città.

The Sims 4 Cani & Gatti - Recensione

The Sims 4 Cani & Gatti - Recensione

Nuovo scenario

La cittadina di Bridleton Bay, che a tratti ricorda i paesi della West Coast degli Stati Uniti, si presenta adatta ad essere luogo di attività per animali grazie all’ampiezza dei quartieri e agli spazi aperti. Sono inoltre presenti innumerevoli sentieri su cui i Sims possono intraprendere passeggiate con i propri cani. In tal senso, lo scenario risulta conforme alla tematica dell’espansione.

The Sims 4 Cani & Gatti - Recensione

The Sims 4 Cani & Gatti - Recensione

Gameplay

Una scelta implementativa che fin dall’inizio ha diviso in due la comunità dei giocatori è stata l’impossibilità di poter controllare direttamente il proprio animale. Alla reazione dei fan più scettici, gli sviluppatori avevano subito rassicurato che ciò avrebbe permesso di favorire la relazione tra animale e padrone e che, in ogni caso, non ci sarebbe stato bisogno di una funzionalità simile. Ed è proprio così, l’intelligenza artificiale progettata per cani e gatti ha dotato loro di grandi capacità comunicative, che fanno sempre comprendere al padrone le loro esigenze. Ad esempio, un gatto affamato si avvicinerà e miagolerà alla ciotola per chiedere del cibo, o un cane che deve fare i suoi bisogni si metterà davanti alla porta e mugolerà per chiedere di essere portato fuori. E proprio la necessità di osservare questi dettagli aumenta l’interazione tra animale e proprietario, e conseguentemente il legame tra le due parti.

Sarebbe stato però comodo poter consultare un pannello per tenere traccia dei progressi dell’addestramento e dell’educazione di cani e gatti, similmente a quanto accade con i valori caratteriali di Vita da Genitori.

pizap.com15104886209211

pizap.com15104887460961

Assistere alle necessità degli animali non è l’unica occasione di rafforzare il rapporto con loro: i Sims devono infatti educarli correggendo i comportamenti che considerano sbagliati e, nel caso dei cani, addestrarli per insegnare loro comandi e giochini. E grazie alla presenza di un’abilità dedicata all’addestramento, i momenti d’insegnamento costituiscono un’opportunità di crescita personale non solo per i cani, ma anche per i loro proprietari.

Sul lato caratteriale, gli animali presentano una spiccata personalità che rende ogni individuo unico. Oltre ai tratti infatti, entrano in gioco fattori emotivi come ossessioni e timori per determinati oggetti che variano da animale a animale. In questo modo, anche due cani o gatti con i medesimi tratti avranno una diversa percezione della realtà assumendo comportamenti sempre imprevedibili. Tutto ciò garantisce un robusto strato di longevità.

Poiché il centro della dinamica di gioco risiede in quanto sopracitato, non abbiamo percepito la necessità di ulteriori oggetti per animali oltre a quelli inclusi. Ciononostante, non riusciamo a trovare una motivazione plausibile che spieghi l’assenza delle cucce. La mancanza si è rivelata comunque marginale, dato che i cani sono in grado di dormire in molteplici luoghi quali letti, divani e pavimenti.

pizap.com15105266120951

pizap.com15105267072251

Nell’approcciarci alla carriera veterinaria, abbiamo subito notato come gli sviluppatori abbiano recepito ed elaborato i feedback ricevuti da Mangiamo Fuori e Al Lavoro! Il sistema su cui verte la clinica veterinaria è un connubio tra la carriera medica e la gestione dei ristoranti, dei quali sono stati però corretti i principali difetti, rispettivamente l’impossibilità di visitare l’ospedale come paziente e l’impossibilità di assumere un ruolo attivo nella propria attività.

I Sims possono infatti rivolgersi ad un veterinario non solo quando il proprio animale sta male, ma anche per effettuare un controllo, castrare o “invertire la castrazione”. Il processo da cui passare attraverso, che prevede il check-in e l’attesa del proprio turno (che però talvolta non viene rispettato) arricchisce il complesso di dettagli.

Anche dal lato gestionale ci troviamo di fronte ad una struttura piuttosto articolata, che eredita le funzionalità dei negozi (come la pubblicità), dei ristoranti (come il sistema di valutazioni) e della professione medica. Il risultato si presenta quindi come un valido esempio di riutilizzo di vecchi sistemi, allo stesso tempo rinnovati con elementi inediti (come ad esempio la gestione dello stress dell’animale durante le visite).

pizap.com15105959512481

pizap.com15105960458651

Poiché Cani & Gatti è di fatto l’erede di Pets, è lecito spendere alcune parole sull’assenza di cavalli e animali minori. Rispetto alla polemica creatasi, noi ci poniamo nel mezzo: se da una parte ci troviamo in accordo con la decisione dei produttori di scartare l’aggiunta di cavalli, il cui potenziale non sarebbe sfruttabile a causa del motore di gioco, dall’altra crediamo che, viste le minori difficoltà d’implementazione, l’introduzione di uccelli, rettili e roditori sarebbe stata plausibile. Pur non volendo entrare nell’ambito tecnico della questione, la complessità di realizzazione delle animazioni degli animali, utilizzata dagli sviluppatori come giustificazione sicuramente legittima, era presente anche in The Sims 2 e The Sims 3, nei quali eppure c’è stato spazio anche per questi piccoli animali. Non ignoriamo comunque il fatto che siano stati aggiunti innumerevoli parti del CAS, tratti e aspirazioni.

pizap.com15105961578321

pizap.com15105962482621

Conclusioni

Articoli correlati