Home » Extra » Cinque dettagli di The Sims 2 che ci mancano tutt’oggi

Cinque dettagli di The Sims 2 che ci mancano tutt’oggi

Introduzione

È opinione condivisa da molti che The Sims 2 sia, tra tutti i capitoli della saga, quello che gode di una maggior profondità di dettagli. Parliamo di una moltitudine di particolari, di portata più o meno grande, che fanno la differenza in un simulatore di vita reale. Se ne potrebbe stilare una lunga lista e parlarne per una buona mezz’oretta, partendo dall’acne adolescenziale e concludendo con le scenette che venivano riprodotte durante le occasioni speciali, come un matrimonio o una nascita.

Non possiamo, ad ogni modo, condensare tutto in un articolo: per questo abbiamo deciso di selezionare cinque delle caratteristiche presenti in The Sims 2 ed illustrarvele di seguito. Siamo fiduciosi che ai giocatori di vecchia data rinfrescheremo un po’ la memoria.

Banconi da cucina interagibili

Chiunque sa che, in tutti i giochi della serie, i banconi fungono da ripiano per la preparazione di pasti. Oltre a questo però, i Sims del secondo capitolo erano soliti recuperare gli utensili da cucina aprendo lo sportello o il cassetto sottostanti. Un’abitudine contrapposta a quanto accade di solito, dove mestoli, padelle e pentole si materializzano nell’etere come per magia, per poi sparire con un analogo gioco di prestigio.

Certo, si trattava di animazioni di importanza secondaria, non essenziali ai fini del processo di cottura. Ma sommate tante di queste piccolezze, si contribuisce a conferire alla simulazione un’impronta quotidiana più realistica e, di conseguenza, più gradevole da osservare. Perché pure l’occhio vuole la sua parte, no?

Frigorifero da rifornire

In passato i frigoriferi domestici non erano pozzi senza fondo dalle infinite risorse. Dopo ripetuti utilizzi infatti le scorte alimentari terminavano, e ciò rendeva l’oggetto inutilizzabile fino a quando esso non fosse stato adeguatamente rifornito. Un giocatore che non volesse far morire i Sims di fame aveva dunque due scelte: richiedere una consegna a domicilio di provviste alimentari, oppure recarsi a fare la spesa al negozietto.

Con l’uscita del terzo capitolo, una dinamica più clemente ha rimpiazzato quella precedente. Le generiche derrate sono state eliminate in favore di veri e propri ingredienti (ortaggi, carne ecc), ognuno utile nella realizzazione di specifiche ricette. Possederli non è tuttavia obbligatorio: nel caso in cui manchi all’appello qualcosa, il suo costo verrà sottratto dai fondi dell’unità familiare, ma la preparazione del piatto potrà comunque proseguire.

In un certo senso, il nuovo sistema (mantenuto in The Sims 4, seppur con una minore varietà di ingredienti) risulta più articolato rispetto a quello passato. Tuttavia c’è stata un’involuzione in termini di difficoltà, perché in questo modo i Sims non si vedranno mai mancare il cibo dalla loro cucina.

Cinque dettagli di The Sims 2 che ci mancano tutt'oggi - Spesa

Acquistare vestiti e accessori

Un altro contenitore di volume e capacità inesauribili è l’armadio o il cassettone. In qualsiasi momento i nostri beniamini possono raggiungerlo e rivoluzionare il proprio look, certi di avere a disposizione l’intera raccolta di abbigliamento e accessori del gioco. Eppure in precedenza non vi era affatto questa garanzia.

In The Sims 2 infatti si partiva esclusivamente cogli abiti assegnati nel Crea un Sim. Eventuali magliette, pantaloni, completi e accessori aggiuntivi dovevano invece essere acquistati nei negozi di vestiti. Non solo: in caso di incertezza era anche possibile far provare al Sim ciò che si voleva comperare, sfruttando i camerini. Ogni elemento acquisito si aggiungeva al proprio catalogo personale, nel guardaroba.

Nessuna fase del processo veniva trascurata: i personaggi prelevavano il vestito, si dirigevano nello stanzino, lo indossavano, si controllavano, si ri-cambiavano e riponevano la merce. Infine, al momento dell’acquisto, facevano la fila alla cassa e porgevano il denaro ai commessi.

Giardino da curare

Siamo ormai abituati a pensare all’orticello come all’unica sezione di giardino di cui doverci prendere cura. Innaffiamo le piante, estirpiamo le erbacce, spruzziamo l’insetticida e raccogliamo i frutti. Ci assicuriamo inoltre che gli ortaggi siano di stagione o, in caso contrario, trasferiamo tutto al coperto.

In The Sims 2 però delle simili osservanze si estendevano anche a fiori e cespugli ornamentali. I primi si seccavano se lasciati troppo tempo senz’acqua, mentre i secondi assumevano delle forme irregolari da dover potare con le cesoie. E anche qui era necessario sradicare le erbacce che infestavano il terreno circostante.

Scuola privata

Raggiunta la fascia d’età di bambino, il Sim risulta automaticamente iscritto alla scuola elementare pubblica. The Sims 2 però dava anche l’opportunità di accedere all’accademia privata, previo superamento di una prova. Questa consisteva nell’invitare a casa propria il preside dell’istituto e provare ad impressionarlo, in modo da dimostrare di essere all’altezza della sua struttura. Per farlo, bisognava preparargli la cena, mostrargli le stanze della casa e intrattenerlo in vari modi.

La scuola privata era più fruttuosa ma allo stesso tempo più impegnativa. Infatti, se da una parte permetteva di iniziare una carriera a partire dal livello 2, una volta diventati adulti, dall’altra lo svolgimento dei compiti si rendeva più stressante e consumava più divertimento del normale.

Articoli correlati